Conosciamole meglio, Noemi Bosco al centro

Dopo un’esperienza in serie C con il Cascina, Noemi Bosco, classe 1998, ritorna nella propria società di origine. Una ragazza di poche parole ma che sa bene come comportarsi nel suo ruolo di centrale. Prudenza, pazienza, riflessione e autocontrollo caratteristiche di Noemi Bosco tipiche del segno zodiacale del capricorno.

Chi ti ha spinto ad iniziare a giocare a pallavolo?

Mi ha spinto una mia cara amica all’età di nove anni; ho iniziato propri con l’Ospedalieri!

Che cosa ti piace di più, e cosa meno, del tuo ruolo di centrale?

Mi piace molto il gioco veloce, mi piace meno il numero di palloni attaccati rispetto ad altri ruoli.

Come si svolge la tua giornata tipo da atleta?

Cerco di bilanciarmi con il cibo in vista di un allenamento, mi piace stare sempre in movimento e migliorarmi.

Quale trofeo sogni di raggiungere?

Il trofeo virtuale del vincere ogni campionato possibile.

Quali sono i tuoi punti di forza e gli aspetti, invece, in cui pensi di poter ancora migliorare?

Come punti di forza direi l’attacco e il non mollare mai, mentre da migliorare la ricezione.

Quali sono stati, per ora, il momento più bello e il momento più difficile della tua carriera?

Ho molti momenti belli, come tutti i campionati vinti nelle giovanili, l’essere premiata con il pallone d’argento e giocare i playoff per la B2. Uno dei momenti più brutti è stato perdere la finale per la serie D qualche anno fa.

Che cosa ti piace fare nel tempo libero, quando sei lontana dal taraflex?

Mi dedico alla musica, al provare nuove esperienze, svagarmi con le persone a cui tengo.

Quali canzoni, o generi musicali, non possono mancare nella tua playlist per prepararti alla gara?

Sono legata alla musica pop, trap, indie, specialmente alcune canzoni che virano in chiave “drammatica/non allegra”. Sembra un paradosso ma a me danno una forte carica emozionale che si trasforma in grinta.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn

Potrebbero interessarti anche:

Under 13 travolgente in casa

Sul teraflex della palestra LABS di Oratoio le giovanissime dell’Ospedalieri conquistano la seconda vittoria consecutiva e la prima vittoria con punteggio di 3 a 0.

Leggi di più »