Conosciamole meglio: al centro Lulli Claudia

Da nuotatrice a pallavolista, grinta e voglia fare sempre meglio per il bene della squadra, queste alcune caratteristiche del centrale Claudia Lulli. Segno zodiacale capricorno.

Chi ti ha spinto ad iniziare a giocare a pallavolo?

Ho iniziato a giocare a pallavolo tardi, avevo 16 anni. Prima di iniziare la pallavolo ho praticato nuoto agonistico per tanti anni. Era però diventato troppo impegnativo per continuare e dal momento che la pallavolo mi è sempre piaciuta ho deciso di iniziare questa nuova avventura insieme ad una mia amica.

Che cosa ti piace di più, e cosa meno, del tuo ruolo di centrale?

Il centrale è un ruolo molto bello, mi piace il fatto di essere padrone della rete e quindi di dover essere sempre molto concentrata. Non mi piace il fatto di dover uscire dal campo e non fare il giro da seconda linea.

Quali sono stati, per ora, il momento più bello e il momento più difficile della tua carriera?

Il momento più bello è stata la vittoria del campionato dalla 2 divisione alla 1 diisione con con la società di a Vicarello. Ricordo il palazzetto pieno di persone che facevano il tifo, un’annata indimenticabile! La più brutta sicuramente la rottura del crociato anteriore del ginocchio sinistro.

Come affronti le ore che precedono una partita importante?

Prima di una partita importante cerco di pensarci il meno possibile per non farmi assalire dall’ansia, poi inevitabilmente più ci avviciniamo al momento clou e più l’ansia sale ma una volta in campo si trasforma in adrenalina e voglia di vincere!

Quali sono, secondo te, i pregi e i difetti dell’essere un centrale?

I pregi di giocare nel ruolo di centrale è l’essere altruista, perché il centrale è l’attaccante che attacca meno palloni, ma fa il gioco sporco di dover saltare come un matto a destra e sinistra, fare finte per smarcare le compagne.

Quali sono, secondo te, le caratteristiche che distinguono la pallavolo da tutti gli altri sport?

Il bello della pallavolo è che è un gioco di squadra! è bello quando tutti hanno uno stesso obiettivo e fanno di tutto per raggiungerlo!

Se non fossi diventata una pallavolista, che cosa ti sarebbe piaciuto fare nella vita?

Sono una persona molto competitiva e non sarei mai potuta stare senza praticare uno sport.

Quali canzoni, o generi musicali, non possono mancare nella tua playlist?

Io sono una fan sfegatata di Vasco Rossi, quindi almeno una canzone del mio idolo non può mancare!

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn

Potrebbero interessarti anche:

Under 13, buona la prima

Nella prima giornata di campionato le giovanissime dell’under 13 femminile portano a casa i primi due punti del girone. Con organico ridotto per motivi di

Leggi di più »